Per favore, non venire a casa mia e dire 'Non sono un gatto'

Immagina una situazione in cui hai gentilmente invitato qualcuno a casa tua e, proprio mentre stai per fare la cosa giusta e presentarlo al tuo felino residente, pronuncia le cinque parole: 'Non sono un gatto'.

Come reagisci quando questo accade? Qual è la cosa migliore da fare? E chi ha moralmente ragione?





Bene, per cominciare, i gatti sono creature territoriali, quindi ne consegue che chiunque entri nella tua casa sta entrando anche nel regno del tuo felino. Il che significa che anche se non sono esattamente innamorati della forma felina, la cosa educata da fare è che si comportino in modo interessato quando insisti a mostrare loro il tuo idilliaco gatto di casa.

Sì, persone che non sono gatti, entrare in casa di una persona gatto significaincontrare il gatto.

Dopotutto, se noi gatti dobbiamo sopportare il fingere interesse per i bambini che dormono in una culla o per evitare di inciampare nei cani stilosi di qualcuno, il minimo che possono fare in cambio è fingere di mostrare interesse a incontrare il padrone di casa residente della casa .



Ma c'è un secondo livello per una persona senza gatto che entra nel mondo di una persona gatto. Vale a dire, trovarsi di fronte a una dimora che forse è piena di un po 'troppi articoli a tema felino.

Certo, questo potrebbe non essere del tutto tuo. Arriva un momento nella vita di qualsiasi proprietario di gatti quando inizi a ricevere regali a tema gattino per compleanni e vacanze. Ma lascia che il verbale ufficiale dimostri che è una mossa molto raffinata servire a qualcuno una sana versata di vino in un bicchiere impresso con lo slogan immortale 'Non beve da solo se il tuo gatto è a casa.'

Anche se sosterrò felicemente il caso per l'arte murale a tema gatto e l'arte del giocattolo felino in mostra in casa, c'è una cosa in cui le persone non feline hanno ragione: gli alberi dei gatti non sono altro che un pugno nell'occhio.