L'Animal Care Society di Louisville ottiene il salvataggio di animali domestici nel modo giusto

Alle 10:45 di questo particolare sabato mattina, Louisville, Kentucky Animal Care Society (ACS) mancano ancora quindici minuti all'apertura al pubblico, ma coppie di umani e cani entrano ed escono dalla porta principale in un flusso costante di traffico. Il rifugio i cani fanno le prime passeggiate della giornata mentre gli amministratori si preparano per i potenziali adottanti del fine settimana. Me l'hanno detto sindrome coronarica acuta è una “piccola organizzazione”, ma la partecipazione dei volontari già mi colpisce.

Bunny Zeller è il vicedirettore del rifugio e mi mostra le strutture. Una delle nostre prime tappe è l'area delle 'nuove mamme' e mi è permesso dare un'occhiata a quello che sembra essere un mix maltese che si prende cura dei suoi cuccioli di una settimana. (Immagino che scorci come questo valgano da soli le ore di volontariato.)





'Li teniamo qui dove è bello e tranquillo', mi dice Zeller, raggiante come se fosse responsabile della scena incredibilmente dolce a cui stiamo assistendo. Mi viene in mente che in un certo senso, leièresponsabile.

Abbandonato, arreso, ma non dimenticato

Il rifugio si trova ai margini della città con un ampio spazio esterno recintato proprio dietro i canili. Diversi cani sono nel cortile, si divertono a giocare in gruppo, e vengo accolto con un vivace scodinzolio e zampe fangose. Zeller sottolinea il mix di Pit Bull, uno splendido 50 libbre bianco e nero, che si scatena felicemente con due mix di Lab.

'Quel poveretto è stato abbandonato in un carrello della spesa fuori da un supermercato una notte tarda', mi dice. 'Fortunatamente è stato trovato prima che potesse diventare troppo traumatizzato.'




Clic per ascoltare l'intervista di Road to Rescue con l'assistente regista di ACS Bunny Zeller su Animal Radio Network.


Anche se vede la sua parte di casi di abuso e abbandono, Zeller dice che la maggior parte degli animali che accolgono sono 'la resa del proprietario', cioè animali domestici le cui famiglie (per qualsiasi numero di motivi) devono ora rinunciarvi. Zeller spiega che la recente ondata di pignoramenti di alloggi ha lasciato i rifugi di Louisville al massimo, poiché le famiglie si trasferiscono in appartamenti non pet-friendly o semplicemente non possono più permettersi di avere animali.

Con ACS l'unica struttura anti-uccisione in città, non sorprende che siano stati sommersi da richieste da parte di persone alla disperata ricerca di un posto sicuro per il proprio cane o gatto.



'È già abbastanza difficile rinunciare a un animale che ha fatto parte della tua famiglia, e nessuno vuole pensare che il loro amato animale potrebbe essere abbattuto se si arrendessero a un rifugio', dice Zeller. 'Ma sfortunatamente è quello che succede quando hai una quantità limitata di spazio e molti animali senza casa'.

Riparo intelligente

Verso la fine del tour del rifugio, Zeller mi conduce in un magazzino pieno di cesti regalo di varie dimensioni e contenuti. 'Abbiamo appena terminato la nostra ultima grande raccolta fondi e ci stiamo già preparando per i prossimi trimestri', spiega, descrivendo come ha messo insieme personalmente molte delle creazioni prima di noi.

Immagino che non sia la prima volta che ACS organizza questo tipo di asta e Zeller, anche la principale raccolta fondi per il rifugio, mi assicura che non lo è. 'Non è una bella sensazione dover allontanare famiglie e animali domestici, quindi il nostro obiettivo è continuare a raccogliere fondi, continuare ad espandere le nostre risorse'.

Dico a Zeller che non sono preoccupato che lei raggiunga il suo obiettivo. E questa è una bella sensazione quando si esce da un rifugio per animali.

- di Leslie Smith

& amp; lt; img width = 1 height = 1 border = 0 src = 'http://m1.zedo.com/log/p.gif?a=572345;g=0;c=809000003;x=3840;n = 809; i = 0; e = i; s = 2; z = (timestamp) 'mce_src =' http://m1.zedo.com/log/p.gif?a=572345;g=0;c= 809000003; x = 3840; n = 809; i = 0; e = i; s = 2; z = (timestamp) '& amp; gt;