Attenzione: i gigli di Pasqua sono tossici per i gatti

(Credito immagine: Getty Images)

È difficile da credere, ma La Pasqua è dietro l'angolo . Prima di iniziare con la caccia alle uova, le funzioni religiose e le feste della domenica di Pasqua, divertiti, artigianato e attività assicurati di posizionare quei vasi di gigli pasquali lontano dalla portata del gattino.

I fiori bianchi a forma di tromba potrebbero essere una bella aggiunta festosa a qualsiasi tavola pasquale, ma se ingeriti, i gigli sono potenzialmente pericolosi e mortali per il tuo gatto.





Mentre i gatti sono noti per masticare piante o erba - erba gatta, chiunque? - mangiare qualsiasi parte di un giglio pasquale, dallo stelo alle foglie al polline o ai petali, può avere gravi conseguenze per qualsiasi gattino.

Melanie McLean, veterinaria del Food and Drug Administration (FDA), afferma che i gatti che hanno ingerito parti di una pianta di giglio di Pasqua potrebbero soffrire di una serie di gravi problemi di salute, inclusa l'insufficienza renale acuta, secondo un aggiornamento del consumatore rilasciato lunedì dall'agenzia governativa.

Anche leccare l'acqua in un vaso o in una pentola di gigli pasquali può significare che tu e il tuo gatto trascorrerete la Pasqua presso l'ufficio di un veterinario di emergenza.



Gigli tossici per i gatti

Il primo segno che il tuo gattino ha probabilmente mangiato parte della tua pianta di giglio pasquale è il vomito, che di solito inizia subito dopo l'ingestione, dice McLean. I gatti potrebbero anche avere diarrea e mancanza di appetito. Entro 12-24 ore, il gatto può iniziare a urinare eccessivamente per un po 'e poi scoprire di non essere affatto in grado di urinare. I gatti possono diventare letargici, disidratati o persino avere convulsioni. Senza cure veterinarie, i gatti che hanno mangiato i gigli pasquali probabilmente moriranno entro quattro o sette giorni.

Gigli della varietà pasquale non sono gli unici che potrebbe danneggiare i tuoi amici felini. Piante di LiliumoHemerocallis specie, tra cui Tiger, Stargazer, Western, Wood, Japanese Snow, Asian e Day lilies, sono note anche per causare insufficienza renale nei gatti.



E anche se Gigli di Calla e Gigli della pace non sono tipicamente collegati a insufficienza renale nei gatti, dovrebbero essere anche messi fuori portata. I gatti che hanno mangiato questi gigli tendono ad avere una grave irritazione alla bocca e all'esofago. Il Pet Poison Helpline avverte inoltre che questi tipi di gigli possono causare sbavature eccessive, vomito e perdita di appetito.

Mughetto piante e fiori sono anche estremamente tossici - per gatti, cani e persino per gli esseri umani - causando vomito, convulsioni e gravi aritmie cardiache, tra gli altri sintomi potenzialmente fatali.

Se sospetti che il tuo gatto abbia mangiato qualsiasi parte di una pianta di giglio, consulta immediatamente un veterinario. Il veterinario può provare a indurre il vomito usando carbone attivo o altri leganti, a condizione che il gatto abbia ingerito il giglio solo di recente. Per supportare i segni vitali del gatto colpito, il tuo veterinario metterà anche il micio su liquidi per via endovenosa e monitorerà attentamente la funzione renale. Prima viene somministrato l'intervento veterinario, maggiori sono le possibilità che il tuo gatto possa sopravvivere all'avvelenamento da giglio.

I veterinari dicono che la migliore prevenzione è eliminare completamente i gigli dalla tua casa, ma se devi averli per le vacanze di Pasqua, assicurati di posizionarli solo dove il tuo gatto non può raggiungerli - e ricorda, i gatti sono noti per saltare abbastanza in alto.