L'analisi forense degli animali aiuta a catturare lo stile CSI dei cattivi

(Credito fotografico: Shutterstock e Royal Canadian Mounted Police)

Nel 1994, il corpo di Shirley Duguay , madre di cinque figli, è stata trovata in una fossa poco profonda. Il principale sospettato era il padre di tre dei suoi figli, ma c'erano poche prove per legare Douglas Beamish al crimine. Quando le autorità hanno trovato una busta di plastica contenente la giacca di pelle di un uomo, macchiata del sangue di Duguay, hanno anche scoperto dei peli bianchi sulla fodera della giacca. La polizia ha inviato i peli per l'analisi solo per scoprire che appartenevano a un gatto.

Non era molto, ma era abbastanza per l'ispettore di polizia Roger Savoie che si ricordava che Beamish aveva un gatto bianco di nome Snowball. Dopo tutto, quanto potrebbe essere difficile ottenere prove forensi del DNA da un animale? 'Non avevano idea di cosa stessi parlando', ha ricordato Savoie in un'intervista al New York Times . Nessuno al mondo aveva mai fatto quello che chiedeva.





Savoie ha chiamato esperti in tutto il Nord America, ma è stato accolto con reazioni di incredulità fino a quando non ha scoperto Dr. Stephen J. O'Brien , capo del Laboratorio di diversità genomica presso il National Cancer Institute . O'Brien aveva studiato i gatti domestici come modello per le malattie ereditarie, ed era incuriosito da ciò che Savoie voleva che facesse.

Il piano si è rivelato migliore di quanto Savoie avesse sperato. O'Brien è stato in grado di estrarre il DNA da uno dei peli della giacca e corrispondeva al DNA analizzato dal sangue di Snowball. Inoltre, Savoie ha radunato 20 gatti nel quartiere e ha inviato a O’Brien campioni del loro sangue per escludere la possibilità di profili di DNA simili tra la popolazione. Beamish è stato condannato al carcere senza condizionale e Snowball è riuscito a vivere il resto della sua vita con i genitori di Beamish.

(Credito fotografico: Shutterstock)

Savoie potrebbe aver solo cercato di catturare un assassino, ma il giorno in cui ha preso il telefono per chiamare O'Brien è stato il giorno in cui è iniziato il campo della medicina veterinaria. Nel 1999, un caso di tentata violenza sessuale è stato risolto in gran parte grazie al cane della vittima che faceva pipì sul pneumatico del camion dell'assalitore. Nel 2000, un uomo sospettato di triplice omicidio è stato ritenuto colpevole quando le feci di cane raccolte dalla sua scarpa hanno incasinato la sua difesa. Cerca su Google il termine 'analisi forense sugli animali' e trova milioni di risultati, tra cui siti web sull'analisi forense della fauna selvatica e sulle carriere nel campo della medicina legale degli animali. Ma la medicina legale degli animali non si tratta solo di catturare stupratori e assassini, il ASPCA utilizza la scienza forense raccogliere e analizzare prove relative a casi di crudeltà sugli animali. C'è anche adesso un file CODICE CANINO (Combined DNA Index System), simile alla versione umana dell'FBI, utilizzata principalmente per i casi di combattimento tra cani.



(Credito fotografico: Shutterstock)

Il Laboratorio di genetica veterinaria presso l'Università della California Davis ha analizzato le prove per circa 500 casi negli ultimi 15 anni e ha anche assistito con casi al di fuori del paese. Elizabeth Wictum, che ha servito come regista, dice in un'intervista a Stazione radio WBUR di Boston , 'Le persone sono sempre stupite dal fatto che possiamo fare la stessa cosa con gli animali. Ma se ci pensi, le persone sono solo un'altra specie. E così tutti quegli strumenti che vengono utilizzati sugli esseri umani, possiamo usarli sugli animali '.